Cerca nel forum:
Acquaportal - Forum e Community

  





Benvenuti sul Forum di AcquaPortal, la più grande community italiana di acquariofilia!
Sul Forum di AcquaPortal puoi discutere con altri appassionati di acquariofilia, tenere un tuo Blog personale, inserire foto e video, chattare, ed aiutarci a creare un grande database con schede di pesci, invertebrati e prodotti di acquariofilia.


Per entrar a far parte della comunità occorre registrarsi.
Per farlo premi su

Registrazione


Al momento della registrazione ti verrà richiesto di accettare il Regolamento che ti consigliamo di leggere attentamente.
Ti consigliamo inoltre di leggere le FAQ per apprendere le funzionalità principali del forum.
Se invece sei un utente registrato e hai dimenticato i tuoi dati di accesso devi effettuare il Recupero dati.




Mostra e descrivi il tuo acquario d'acqua dolce Qui puoi descrivere e mostrare le foto del tuo acquario, allestito da almeno 60 giorni, per discuterne e ricevere commenti.

Rispondi
Vecchio 13-11-2019, 17:28   #1
sergio43
Pesce rosso
 
Registrato: Feb 2008
Città: Pescia
Acquariofilo: Dolce
N° Acquari: 2
Età : 55
Messaggi: 798
Foto: 0 Albums: 0
Post "Grazie" / "Mi Piace"
Grazie (Dati): 12
Grazie (Ricev.): 5
Mi piace (Dati): 57
Mi piace (Ricev.): 27
Mentioned: 9 Post(s)
Feedback 7/100%

Annunci Mercatino: 0
Allestimento per piante senza CO2 e quasi senza filtro

Allestimento

Dopo una pausa in cui ho tenuto in disuso questo acquario di 60 litri, ho deciso di riallestirlo come vasca aperta di piante. L’ho allestito un anno fa (il 1° novembre 2018) e adesso mi pare il momento di mostrarlo.



Ho fatto tutto spendendo poco.

Per il fondo ho deciso di usare il fondo fertile che avevo usato per il precedente allestimento, quindi esausto, arricchendolo con torba per acquari e Osmocote universale (un fertilizzante per acquari a rilascio lento.





Dopo aver mescolato e spianato il substrato, l’ho coperto con una retina in plastica a trama fitta per evitare il rimescolamento con lo strato superiore.



Ho coperto con uno strato di sabbia di quarzo inerte.





Volevo fare un acquario senza il filtro, ma ho letto che molti inserivano una pompa di movimento e ho deciso che poteva essere ragionevole. Ho optato per Tetra In Plus 300 che viene venduto come filtro per vasche da 10 a 40 litri, ma che di fatto è solo una pompa con due piccolissime spugne, molto piccolo e poco invadente (https://www.tetra.net/it-it/prodotti...filtro-interno).

Avevo sin dall’inizio intenzione di allestire un acquario di piante e quindi ho deciso di “costruire” un impianto con dei faretti a Led. A questo scopo ho usato tre faretti a Led, due da 10 Watt a luce più calda e uno da 20 Watt a luce più fredda.





Ho inserito un riscaldatore settato su 20 gradi.

Ho piantumato dapprima con piante a crescita molto veloce che poi ho sostituito con piante a crescita lenta.

Ho inserito solo un gruppetto di neon e lumachine.

Gestione

Nella gestione seguo poche regole, ma la forse quella più importante è che non metto mai le mani nell’acquario fuori dai cambi di acqua.

Uso acqua di rubinetto senza nessun additivo e faccio uno o due cambi del 40% una volta al mese (massimo due volte al mese). Non misuro i valori dell’acqua, ma li ho misurati per descrivere la vasca. I valori dell’acqua di rubinetto sono: NO2- assenti; NO3- 10 mg/l; Gh >6° <10°; Kh 6°; pH 6,8; Cl2 0,8 mg/l. I valori in vasca sono: NO2- assenti: NO3- assenti; Gh >3° <6°; Kh 6°; pH 6,8; Cl2 assente. La temperatura di inverno è 20° C.

Fertilizzazione

Fertilizzo con Ferropol e Ferropol 24 ai dosaggi indicati dal produttore.

Non uso la CO2. Per questo ho deciso di usare una fonte di carbonio organico. Uso acido acetico. È una scelta inusuale. Anzi non mi risulta che nessuno lo abbia mai provato come fertilizzante.

Ho chiesto informazioni nel sito e su Facebook ma nessuno lo aveva mai provato, però come accede nelle chat tutti mi hanno dato la loro opinione e questo mi ha permesso di capire perché non è stato mai provato. Le opinioni si basavano su un concetto sbagliato: i fertilizzanti organici sono una fonte di CO2 (di carbonio inorganico). Ovvero le discussioni erano sul come le molecole organiche venivano degradate dai germi per diventare CO2 in acquario (sic!). I fertilizzanti organici per le piante non funzionano cosi. Se io uso un fertilizzante con carbonio organico per il mio ficus, gli acidi organici presenti non diventano CO2 per il mio ficus.

L’acido acetico (CH3COOH) è una molecola presente nel metabolismo animale e vegetale sotto forma di Acetil Coenzima A (Acetil-CoA). Nei vegetali (come negli animali) questa molecola entra nel metabolismo degli acidi grassi che possiamo descrivere come una molecola di acido acetico a cui è legata una lunga catena di carbonio (CH3(CH2)nCOOH. L’Acetil-CoA serve per sintetizzare (costruire) gli acidi grassi e viene prodotto dal catabolismo (smontaggio) degli stessi. Inoltre, a differenza degli animali, i vegetali possono costruire zuccheri ed altre sostanze a partire da Acetil-CoA grazie al ciclo del gliossilato.

Nel mio acquario somministro 5 cc di aceto bianco di vino due volte a settimana.

I risultati nel mio acquario sono stati buoni anche senza CO2.

__________________
Pseudomugil gertrudae
http://youtu.be/6icj_ogBD9Q
Riproduzione Betta splendens
https://youtu.be/PJJ3NKGdwbs
sergio43 non è in linea   Rispondi quotando


Vecchio 13-11-2019, 17:50   #2
Sporzy
Avannotto
 
L'avatar di Sporzy
 
Registrato: Jan 2012
Città: mestre
Acquariofilo: Dolce
N° Acquari: 2
Età : 30
Messaggi: 56
Foto: 0 Albums: 0
Post "Grazie" / "Mi Piace"
Grazie (Dati): 0
Grazie (Ricev.): 0
Mi piace (Dati): 0
Mi piace (Ricev.): 0
Mentioned: 0 Post(s)
Feedback 0/0%

Annunci Mercatino: 0
Wink

Ciao, volevo farti i complimenti per l'allestimento

Solo una domanda, problemi di alghe ne hai mai avuti nella fase iniziale o anche adesso?

Se si, come li hai risolti?
Sporzy non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 13-11-2019, 19:56   #3
Avvy
Discus
 
L'avatar di Avvy
 
Registrato: May 2012
Città: Busto Arsizio
Acquariofilo: Dolce
N° Acquari: 3+1
Età : 41
Messaggi: 2.668
Foto: 14 Albums: 4
Post "Grazie" / "Mi Piace"
Grazie (Dati): 20
Grazie (Ricev.): 112
Mi piace (Dati): 121
Mi piace (Ricev.): 154
Mentioned: 52 Post(s)
Feedback 6/100%

Annunci Mercatino: 2
Complimenti, allestimento interessante e risultato notevole.
Volevo solo chiederti, visto che mi sembri ferrato, secondo te attraverso quali canali l'acido acetico penetra nella pianta visto che come molecola non è piccolissima.
Avvy non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 13-11-2019, 21:22   #4
sergio43
Pesce rosso
 
Registrato: Feb 2008
Città: Pescia
Acquariofilo: Dolce
N° Acquari: 2
Età : 55
Messaggi: 798
Foto: 0 Albums: 0
Post "Grazie" / "Mi Piace"
Grazie (Dati): 12
Grazie (Ricev.): 5
Mi piace (Dati): 57
Mi piace (Ricev.): 27
Mentioned: 9 Post(s)
Feedback 7/100%

Annunci Mercatino: 0
Originariamente inviata da Sporzy Visualizza il messaggio
Ciao, volevo farti i complimenti per l'allestimento

Solo una domanda, problemi di alghe ne hai mai avuti nella fase iniziale o anche adesso?

Se si, come li hai risolti?
Grazie per i complimenti.

La patina verde sui vetri dopo due settimane inizia a vedersi. All'inizio ho avuto qualche alga nera, ma poi sono scomparse. All'inizio tenevo più luce, adesso tengo per 6 ore tutti e tre i faretti accesi e altre 4 ore solo un faretto da 10 Watt
Nell'acquario ci sono molte lumachine e do pochissimo cibo, quindi puliscono...
__________________
Pseudomugil gertrudae
http://youtu.be/6icj_ogBD9Q
Riproduzione Betta splendens
https://youtu.be/PJJ3NKGdwbs
sergio43 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 13-11-2019, 21:51   #5
sergio43
Pesce rosso
 
Registrato: Feb 2008
Città: Pescia
Acquariofilo: Dolce
N° Acquari: 2
Età : 55
Messaggi: 798
Foto: 0 Albums: 0
Post "Grazie" / "Mi Piace"
Grazie (Dati): 12
Grazie (Ricev.): 5
Mi piace (Dati): 57
Mi piace (Ricev.): 27
Mentioned: 9 Post(s)
Feedback 7/100%

Annunci Mercatino: 0
Originariamente inviata da Avvy Visualizza il messaggio
Complimenti, allestimento interessante e risultato notevole.
Volevo solo chiederti, visto che mi sembri ferrato, secondo te attraverso quali canali l'acido acetico penetra nella pianta visto che come molecola non è piccolissima.
Grazie per i complimenti.

Non posso dire che sono ferrato, visto che sono passati trent'anni dall'esame di biochimica, anche se è stato l'esame del corso di laurea che mi è piaciuto di più.

Tutto è relativo. Potremo dire anche che è una molecola molto piccola...

Come entra l'alcol nelle cellule? CH3-CH2OH (dimensione simile all'acido acetico), ma anche altre molecole "più grandi" attraversano le membrane. Es. l'acido piruvico si muove attraverso le membrane con facilità (CH3-CO-COOH) e supera anche la membrana mitocondriale interna.
Potremmo prendere ad esempio anche molecole ancora altre molecole che diffondono attraverso le membrane come i corpi chetonici (acetone, acido acetoacetico e beta-idrossibutirrico).

L'acido acetico, come le altre molecole citate ha una certa polarità, ma in soluzione non dobbiamo immaginarlo come ione acetato. L’acido acetico è un acido debole che alla temperatura della mia vasca (25°C), ha una Ka=1,85*10-5, quindi è scarsamente dissociato.
__________________
Pseudomugil gertrudae
http://youtu.be/6icj_ogBD9Q
Riproduzione Betta splendens
https://youtu.be/PJJ3NKGdwbs
sergio43 non è in linea   Rispondi quotando
Post "Grazie" / "Mi Piace" - 1 Grazie, 0 Mi piace
Grazie Avvy Ringrazia per questo post
Vecchio 13-11-2019, 22:22   #6
Avvy
Discus
 
L'avatar di Avvy
 
Registrato: May 2012
Città: Busto Arsizio
Acquariofilo: Dolce
N° Acquari: 3+1
Età : 41
Messaggi: 2.668
Foto: 14 Albums: 4
Post "Grazie" / "Mi Piace"
Grazie (Dati): 20
Grazie (Ricev.): 112
Mi piace (Dati): 121
Mi piace (Ricev.): 154
Mentioned: 52 Post(s)
Feedback 6/100%

Annunci Mercatino: 2
Sì, in effetti ci passa anche roba più grossa. Era comunque solo una curiosità, grazie della risposta.
E se posso romperti ancora, come mai hai deciso di provare con l'acido acetico come fonte di carbonio?
Avvy non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 14-11-2019, 00:44   #7
sergio43
Pesce rosso
 
Registrato: Feb 2008
Città: Pescia
Acquariofilo: Dolce
N° Acquari: 2
Età : 55
Messaggi: 798
Foto: 0 Albums: 0
Post "Grazie" / "Mi Piace"
Grazie (Dati): 12
Grazie (Ricev.): 5
Mi piace (Dati): 57
Mi piace (Ricev.): 27
Mentioned: 9 Post(s)
Feedback 7/100%

Annunci Mercatino: 0
Originariamente inviata da Avvy Visualizza il messaggio
Sì, in effetti ci passa anche roba più grossa. Era comunque solo una curiosità, grazie della risposta.
E se posso romperti ancora, come mai hai deciso di provare con l'acido acetico come fonte di carbonio?
Sapevo che i prodotti commerciali contengono glutaraldeide a concentrazioni molto basse. La glutaraldeide è tossica e teratogena, non mi piaceva metterla in acquario. Volevo una alternativa non tossica e più maneggevole. Per questo ho pensato all'aceto bianco di vino (acido acetico al 5 o 6%) con nessun problema di tossicità che potevo dosare a concentrazioni più alte. Inoltre il costo è bassissimo (forse per questo nessuno lo commercializzerebbe come fonte di carbonio per acquari).
__________________
Pseudomugil gertrudae
http://youtu.be/6icj_ogBD9Q
Riproduzione Betta splendens
https://youtu.be/PJJ3NKGdwbs
sergio43 non è in linea   Rispondi quotando
Post "Grazie" / "Mi Piace" - 1 Grazie, 0 Mi piace
Grazie Avvy Ringrazia per questo post
Vecchio 14-11-2019, 11:17   #8
dave81
Moderatore
 
L'avatar di dave81
 
Registrato: Nov 2011
Città: Appiano Gentile
Acquariofilo: Dolce
N° Acquari: molti
Età : 38
Messaggi: 12.323
Foto: 1 Albums: 9
Post "Grazie" / "Mi Piace"
Grazie (Dati): 45
Grazie (Ricev.): 222
Mi piace (Dati): 156
Mi piace (Ricev.): 321
Mentioned: 129 Post(s)
Feedback 0/0%

Annunci Mercatino: 0
alla fine la tossicità dipende dalla concentrazione, anche la caffeina è tossica ma nessuno muore per un caffè
e anche l'aceto può uccidere i pesci, se si esagera con la dose (lo dico solo per i neofiti, sia chiaro)

la glutaraldeide è tossica ma la sua concentrazione nei prodotti commerciali è tale da non comportare alcun problema per piante e pesci, ma è già tale da uccidere le alghe che, a differenza delle piante, non sono in grado di metabolizzare la molecola. questo è quello che ha spinto i produttori a usarla. inoltre ci sono precise indicazioni e posologia da rispettare , quando si tratta di prodotti commerciali ben collaudati. se uno si attiene a tali indicazioni, non c'è alcun rischio. cosa che non vale per il fai-da-te, come l'aceto, quindi paradossalmente un neofita potrebbe fare più danni con l'aceto (o il PMDD) che non con un prodotto commerciale contenente la suddetta molecola

comunque ognuno è libero di fertilizzare il proprio acquario come vuole. io per esempio non metto nulla in acqua e uso solo CO2 gassosa, perchè le mie competenze biochimiche non mi consentono di usare molto altro Da anni poi, ho deciso di puntare tutto sul terreno fertile, cioè anche io uso vari tipi di fertilizzanti fai-da-te , ma solo nel terreno per le radici, mai direttamente in acqua.

ti faccio i complimenti per la vasca, è molto bella
quando un plantacquario ha piante rigogliose e senza alghe, c'è poco da dire. però onestamente non ti so dire se l'aceto sia una soluzione "giusta" e consigliabile a tutti
__________________

Ultima modifica di dave81; 14-11-2019 alle ore 14:01.
dave81 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 14-11-2019, 12:50   #9
ilVanni
Imperator
 
L'avatar di ilVanni
 
Registrato: Jan 2007
Città: Firenze
Acquariofilo: Dolce
N° Acquari: Acquario, acquarietto e due vasche esterne
Età : 41
Messaggi: 7.196
Foto: 0 Albums: 0
Post "Grazie" / "Mi Piace"
Grazie (Dati): 9
Grazie (Ricev.): 197
Mi piace (Dati): 11
Mi piace (Ricev.): 300
Mentioned: 106 Post(s)
Feedback 7/100%

Annunci Mercatino: 0
Mi associo ai complimenti, ma ho una domanda:
la gluteraldeide, il ben noto "carbonio liquido" dei prodotti commerciali) dovrebbe essere una forma fruibile di carbonio per (alcune) piante (o almeno alcuni suoi isomeri). In letteratura scientifica (almeno quella "alla mia portata", ma non sono "del ramo") ho trovato poco a proposito, ma se ne fa largo (e, pare, dimostrato) uso nei prodotti commerciali per piante acquatiche.
Sulla fruibilità dell'acido acetico come fonte di carbonio hai delle fonti?

In altre parole: come fai a dire che fornisce direttamente alle piante il carbonio? Non potrebbe essere che venga degradato dagli (onnipresenti) batteri che, a loro volta, forniscono CO2 in soluzione (ossia "indirettamente")?
__________________
Prossima riproduzione di Melanotaenia boesemani. MP se interessati ad adottarne degli esemplari giovani nei prossimi mesi. No spedizione. Solo ritiro a mano a FI e prov.
ilVanni non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 14-11-2019, 20:15   #10
sergio43
Pesce rosso
 
Registrato: Feb 2008
Città: Pescia
Acquariofilo: Dolce
N° Acquari: 2
Età : 55
Messaggi: 798
Foto: 0 Albums: 0
Post "Grazie" / "Mi Piace"
Grazie (Dati): 12
Grazie (Ricev.): 5
Mi piace (Dati): 57
Mi piace (Ricev.): 27
Mentioned: 9 Post(s)
Feedback 7/100%

Annunci Mercatino: 0
Originariamente inviata da dave81 Visualizza il messaggio
alla fine la tossicità dipende dalla concentrazione, anche la caffeina è tossica ma nessuno muore per un caffè
e anche l'aceto può uccidere i pesci, se si esagera con la dose (lo dico solo per i neofiti, sia chiaro)

la glutaraldeide è tossica ma la sua concentrazione nei prodotti commerciali è tale da non comportare alcun problema per piante e pesci, ma è già tale da uccidere le alghe che, a differenza delle piante, non sono in grado di metabolizzare la molecola. questo è quello che ha spinto i produttori a usarla. inoltre ci sono precise indicazioni e posologia da rispettare , quando si tratta di prodotti commerciali ben collaudati. se uno si attiene a tali indicazioni, non c'è alcun rischio. cosa che non vale per il fai-da-te, come l'aceto, quindi paradossalmente un neofita potrebbe fare più danni con l'aceto (o il PMDD) che non con un prodotto commerciale contenente la suddetta molecola

comunque ognuno è libero di fertilizzare il proprio acquario come vuole. io per esempio non metto nulla in acqua e uso solo CO2 gassosa, perchè le mie competenze biochimiche non mi consentono di usare molto altro Da anni poi, ho deciso di puntare tutto sul terreno fertile, cioè anche io uso vari tipi di fertilizzanti fai-da-te , ma solo nel terreno per le radici, mai direttamente in acqua.

ti faccio i complimenti per la vasca, è molto bella
quando un plantacquario ha piante rigogliose e senza alghe, c'è poco da dire. però onestamente non ti so dire se l'aceto sia una soluzione "giusta" e consigliabile a tutti
Grazie per i complimenti.

Sono pienamente d'accordo. È molto difficile dare consigli quando si parla di acquario. Noi chiamiamo acquariologia una pratica empirica che non ha niente a che vedere con scienza.

In ogni caso, non so quando e come, ma anni fa, qualcuno ha provato a dare CO2 alle piante in acquario o illuminarli sempre meglio...
__________________
Pseudomugil gertrudae
http://youtu.be/6icj_ogBD9Q
Riproduzione Betta splendens
https://youtu.be/PJJ3NKGdwbs
sergio43 non è in linea   Rispondi quotando
 
L'annuncio è SEMPRE in linea    

Rispondi

Tag
allestimento , co2 , filtro , piante , quasi , senza
Opzioni
Visualizzazione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smile sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è disattivato

Vai a








Tetra_230











Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 05:16. Powered by vBulletin versione 3.8.9
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana Team: AcquaPortal Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like v3.5.0 (Lite) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2019 DragonByte Technologies Ltd.
User Alert System provided by Advanced User Tagging v3.2.5 Patch Level 2 (Lite) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2019 DragonByte Technologies Ltd.
Copyright AcquaPortal Communication Srl
Page generated in 0,29184 seconds with 18 queries